Moda, artigianato e nuovi materiali dall’innovazione nascerà la moda del futuro?

Artigianato e alta moda: l’eccellenza del “fatto a mano”

I prodotti fatti a mano come una volta non tramontano mai

Artigianato e alta moda: l’eccellenza del “fatto a mano”La professionalità di mani sapienti dona ai prodotti fatti a mano una fisionomia unica.

Ma è soprattutto l’alta qualità a distinguere i manufatti e i capi di alta moda. L’artigianato di qualità fa uso di materiali di pregio e di virtuose abilità, spesso che risalgono a secoli precedenti.

L’eccellenza nell’artigianato coinvolge innumerevoli settori da quello tessile, all’arredamento, dalla pelletteria alla lavorazione dei metalli.

Dietro a ogni oggetto realizzato a mano c’è l’impegno e l’arte di un maestro artigiano, ma c’è anche la storia e la cultura di un luogo e di un popolo.

Un valore quello dell’artigianato che si alimenta costantemente di Know how e che rappresenta una garanzia di eccellenza ma anche, e soprattutto, un sinonimo di originalità. Un capo fatto a mano resterà per sempre un qualcosa di unico, irripetibile. Le irregolarità, le imperfezioni sono le caratteristiche distintive che valorizzano l’oggetto artigianale.

I tempi di lavorazione cambiano rispetto alla frenesia dell’industria e della produzione seriale, qui la realizzazione di un oggetto richiede il giusto tempo, un tempo che si dilata.

Tradizione e innovazione: uno scambio fecondo

La ricercatezza delle forme, la qualità delle materie prime sono le caratteristiche che impreziosiscono i prodotti del mondo dell’artigianato.

La produzione oggi coniuga le abilità tradizionali, tramandate di generazione in generazione, con le tecniche più moderne.

Una ricerca costante consente di applicare lavorazioni all’avanguardia, con l’ausilio di tecnologie e programmi informatici. Gli stessi materiali si rinnovano, e quelli più tradizionali sono affiancati da quelli che assecondano esigenze e sensibilità nuove, che rispondono ad un mondo che cambia.

Materiali nuovi: un nuovo volto dell’artigianato

L’artigianato acquisisce un nuovo volto con l’utilizzo di materiali innovativi.

Occupano un ruolo importante i materiali riciclati come l’alluminio rigenerato da lattine oppure da rottami. Creando oggetti di design che sono vere e proprie opere d’arte non solo per le “forme” e per il valore d’arredo ma anche per il messaggio: RICICLARE è fondamentale in un mondo (quello occidentale) fatto di sprechi, inquinamento e dispersione delle risorse naturali, qui un esempio molto molto creativo e sperimentale, certo non per tutti i look e in stile “fai da te” non certo alta moda ma ci è sembrato davvero carino come video e lo vogliamo segnalare nello spirito di questo blog dedicato ad artigianato, moda, design e fai da te:

Ancora sempre più diffuso l’uso di carta, plastica, pelle, ottone ramato rigenerata, e poi sportflex.

Anche l’alta moda diventa ecosostenibile e si arricchisce di materiali come il sughero, fibre di cellulosa, e fibre vegetali. E anche cotone biologico, poliestere riciclato e poliammide.

La cellulosa è una delle protagoniste principali del green, infatti è un materiale versatile che si presta bene a molteplici utilizzi, e che può essere recuperato da molti prodotti vegetali.

Sono numerosi i filati realizzati con modalità all’avanguardia, come per esempio un tessuto fatto con gli scarti della produzione di soia, oppure dagli zuccheri del mais.

La moda, infatti, è diventato un vero e proprio laboratorio in cui si sperimentano prodotti dell’industria chimica ed ecosostenibile. E si trasformano anche le modalità di colorazione dei tessuti.

Sempre più numerose sono le esperienze di produzione crueltyfree con un impatto che cerca di essere il più minore possibile negativo dai punti di vista: etico, ecologico, della salute umana, sociale.

 

Articoli correlati

Moda, artigianato e nuovi materiali dall’innovazione nascerà la moda del futuro?